B&B Anastagi - Ravenna:
Facebook TripAdvisor Foursquare Twitter Twitter Instagram Google Plus
  • IT
  • EN
  • FR

cosa vedere

I mosaici e gli edifici UNESCO di Ravenna


Mausoleo di Galla Placidia
 (incluso biglietto cumulativo diocesano) Sepolcro edificato nel 425 d.C. per volere di Galla Placidia, sorellastra dell’Imperatore Onorio quando Ravenna era capitale dell’Impero Romano d’Occidente. La piccola costruzione a forma di croce latina ospita all’interno il più antico e meglio conservato rivestimento musivo dell’epoca Paleocristiana. L’interno è pervaso da un’atmosfera coinvolgente e suggestiva dovuta dalla luce che filtra attraverso le finestre di alabastro. Le immagini rappresentate nei mosaici esprimono profondi significati simbolici 

Basilica di San Vitale (incluso nel biglietto cumulativo diocesano) Capolavoro architettonico dalla pianta ottagonale realizzato nel VI sec. si tratta di una delle più importanti testimonianza dell’epoca bizantina in Europa. E’ di forte impatto il contrasto tra gli affreschi barocchi che rivestono il matroneo ed i mosaici dell’abside dove le tessere assumono colori sgargianti e luminosi. All’interno dell’abside si può ammirare la famosa coppia imperiale formata da Giustiniano e Teodora. 

Domus dei Tappeti di Pietra (biglietto singolo Domus Tappedi di Pietra) Lo scavo archeologico ha origini molto recenti. Nel 1993 durante la realizzazione di un parcheggio sotterraneo venne alla luce la pavimentazione di un’abitazione bizantina insieme a molte altre testimonianze di epoche precedenti e successive. L’accesso all’ambiente ipogeo avviene attraverso la chiesa barocca di Sant’Eufemia 

Battistero Neoniano (incluso nel biglietto cumulativo diocesano) Edificio battesimale realizzato fra la fine del IV e inizio del V sec d.C. in concomitanza alla costruzione del primitivo Vescovado.  Le decorazioni a mosaico sono dovute al vescovo Neone, da cui prende il nome il battistero, detto anche degli Ortodossi,per distinguerlo da quello degli Ariani, ad est del centro di Ravenna. Il Battistero presenta una costruzione solida e massiccia, a pianta ottagonale, ma a causa del fenomeno della subsidenza lo troviamo interrato di 3 m sotto al livello del suolo. 

Tomba di Dante e Chiesa di San Francesco (ingresso gratuito) Costruzione neoclassica del XVIII sec realizzato molti secoli dopo la morte del Sommo Poeta come cenotafio oggi ospita i suoi resti. Il sepolcro di Dante si trova nel cuore della Zona Dantesca, detta anche Zona del silenzio, antico quartiere di origine medievale composto dai chiostri Francescani, Piazza San Francesco e Chiesa di San Francesco rimaneggiata nel XII sec all’interno della quale è custodita un’affascinante cripta sommersa dall’acqua di falda